News

La vita bugiarda degli adulti, la serie

Un tuffo nella Napoli bene e più povera degli anni ’90, tra le bugie degli adulti e una giovane adolescente,
Giovanna, che è la protagonista assoluta della serie, è lei l’adolescente degli anni ‘90 alla ricerca della propria identità, che sta diventando donna e che si aprirà all’amore e al sesso grazie alla zia. 
La vita bugiarda degli adulti è uscita il 4 Gennaio su Netflix. È una serie molto attesa poiché tratta dal romanzo omonimo di Elena Ferrante, l’autrice di L’amica geniale, quattro libri trasformati anch’essi in una serie.

Trama de La vita bugiarda degli adulti

Napoli, 1994. Giovanna (Giordana Marengo) è in una fase di transizione, come molte adolescenti. È cresciuta nella Napoli bene del Vomero da due genitori intellettuali: il padre Andrea (Alessandro Preziosi) è un insegnante molto apprezzato, la madre Nella (Pina Turco) insegna e traduce. Lei invece non va affatto bene a scuola. Sente parlare dal padre di zia Vittoria (Valeria Golino) e Giovanna vuole assolutamente conoscerla.

Il padre glielo concede. Vittoria vive in una zona di Napoli chiamata il Pianto, ma è una donna energica che ha il calore negli occhi. Da quel momento non sarà più la stessa. Viene a scoprire perché il padre e la sorella non si parlano più. E le versioni dei due adulti non coincidono. Per Giovanna la zia è una rivelazione, insieme parlano di sesso, di amore passionale e di morte. La ragazza timida, dai capelli corti, che ama la break dance inizia a sentire il fuoco della vita, e non grazie a i genitori.

Il film lo puoi vedere su Netflix:
https://www.netflix.com/it/title/81252203?preventIntent=true

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button