NewsSport

Lo Stadio San Paolo diventa Stadio Diego Armando Maradona

Da Stadio del Sole a Diego Armando Maradona

Di Fabio – Dopo la scomparsa del Pibe de Oro avvenuta lo scorso 25 Novembre, il Comune di Napoli ha deliberato all’unanimità l’intitolazione dello Stadio San Paolo a Diego Armando Maradona.

Perchè si chiamava “San Paolo”? Il nome originale era addirittura “Stadio del Sole” con una capienza di 90.000 persone, e venne inaugurato il 6 dicembre del 1959 con la più classica delle partite, Napoli – Juve che finì 2 a 1 per la squadra azzurra.  Nel 1963 fu denominato Stadio San Paolo per celebrare la tradizione secondo la quale Paolo di Tarso avrebbe raggiunto l’Italia attraccando nella zona dell’attuale Fuorigrotta.

È il secondo stadio in Italia per capienza effettiva dopo il Meazza di Milano, e il terzo per capienza omologata dopo lo stesso Meazza e l’Olimpico di Roma. Nel 1980 fu parzialmente riammodernato in occasione degli europei, per poi subire una profonda ristrutturazione nel 1990, anno dei mondiali Italia90′: venne costruita l’attuale copertura in ferro, la realizzazione del dirigibile, l’aggiunta dei sediolini rossi e la clamorosa rimozione del maxischermo sostituito con due semplici display posizionati sulla balaustra, funzionanti solo durante i mondiali per poi essere sostituiti solo 20 anni dopo!

Si è dovuto aspettare solo nel 2019, in occasione delle Universiadi, per avere uno stadio degno della città e dei suoi colori! Furono infatti sostituiti i seggiolini con quelli di colori blu che si alternano all’azzurro e bianco per dare un’effetto televisivo; furono realizzati due maxischermi di ultima generazione posizionati uno tra la Curva A e Distinti e l’altro tra Curva B e Tribuna Nisida; la pista di atletica venne sostituita con quella azzurra e fu rifatto l’impianto di illuminazione che, in occasione di grandi eventi e gare, può regalare incredibili giochi di luce.

Il 25 Novembre 2020, giorno della morte di Diego, la città intera ha espresso sin da subito il desiderio di dedicare lo Stadio San Paolo al Dio del calcio: ed il desiderio si è immediatamente realizzato!

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Guarda anche
Close
Back to top button